top of page

La comunità italiana di Omaha: una cultura di impegno sociale

La maggior parte dell'immigrazione italiana in Nebraska ... deve la sua esistenza al fatto che un certo numero di importanti e influenti leader italiani a Omaha cercarono lavoratori non qualificati dalle città d'origine da cui anche loro erano emigrati. Naturalmente, altri immigrati, più o meno strettamente legati a questo flusso di manodopera non qualificata, sia per legami di parentela sia per associazione amichevole, hanno sentito l'attrazione naturale di venire in Nebraska. Emigrando principalmente dalle stesse poche province e città, si trattava semplicemente di "seguire il leader". Il movimento in questo caso è diventato semplicemente contagioso: sembrava che quando uno veniva in Nebraska, così veniva il resto. Il fratello ha seguito il fratello, il padre ha seguito il figlio, la famiglia ha seguito la famiglia e gli amici hanno seguito gli amici. (Fiore 17)

I colloqui della seconda domenica...

13 febbraio 2022

Collegio di Santa Maria

"Le seconde domeniche al DCHS sono un'opportunità per mostrare argomenti, passati e presenti, che hanno tutti una rilevanza diretta per la contea di Douglas, nel Nebraska. Unisciti a noi nella nostra esplorazione degli edifici, delle persone e degli eventi che hanno plasmato la comunità in cui viviamo!"

~Sito web DCHS 

IMG_C9C2C81A6021-1.jpeg
IMG_1265.jpg

Pat Venditte, Joe Caniglia e Sam Troia raccontano storie di famiglia sulla vita a Little Italy e sulla crescita italiana a Omaha. 

Screen Shot 2022-09-30 at 11.15.18 PM.png

Kim Matteo spiega come i suoi antenati abbiano aiutato il trasferimento dei lavoratori da Carlentini a Omaha. Spiega inoltre il coinvolgimento della sua famiglia nel settore della ristorazione.

Carmelita de la Guardia canta canzoni italiane davanti a un pubblico tutto esaurito durante l'evento.

bottom of page